La Cassazione ribadisce: non esiste il danno esistenziale in re ipsa.