Il professore che non comprende la gravità del danno subito da un alunno durante l'ora di ginnastica non è punibile penalmente.

Avvocato cassazionista e sentenze di cassazione
Il professore che non comprende la gravità del danno subito da un alunno durante l'ora di ginnastica non è punibile penalmente.

Venerdì 22 Marzo 2013, 15.04

Scarica la sentenza/provvedimento (22-03-2013-13889455.pdf)
Un alunno fa una capriola e riporta un infortunio allo sterno.-
L'insegnante lo massaggia e lo mette a riposo. Per la Cassazione questo comportamento non integra e non può “ fondare il giudizio sulla colpevolezza dell’imputata formulato dai giudici d’appello”, infatti simili circostanze “rivelano semplicemente la sottovalutazione da parte della medesima della situazione di pericolo pure percepita ovvero l’elezione di errate modalità di soccorso per arginarla”.

“In altri termini la motivazione della sentenza appare idonea a sostenere al più un giudizio di rimproverabilità dell’imputata per non aver saputo riconoscere l’effettiva entità del pericolo in cui versava il minore e per non adottato misure adeguate a fronteggiarlo a causa della propria imprudenza, negligenza o imperizia, ma non già l’affermazione della volontarietà dell’omissione delle corrette modalità di soccorso nella consapevolezza della loro necessità”.
Per il caso “emerge in maniera incontestabile l’evidenza della prova negativa della sua colpevolezza … dovendosi escludere che nella condotta della medesima possa rinvenirsi traccia alcuna del dolo necessario per la sussistenza del reato contestato”.
Peraltro il delitto di omissione di soccorso è imputabile soltanto a titolo di dolo.-
“Perché, dunque, tale omissione possa ritenersi volontaria – spiega la sentenza - è necessario che l’agente si sia effettivamente rappresentato la situazione di pericolo come tale. Deve pertanto reputarsi escluso il dolo, anche solo nella forma eventuale, qualora l’omissione del soccorso sia dovuta ad un errore (ancorché colposo) compiuto dallo stesso agente in ordine alla valutazione della reale natura della situazione percepita attraverso i propri sensi. E parimenti non può ritenersi integrato l’elemento soggettivo del reato in contestazione qualora lo stesso agente, pur avendo riconosciuto la situazione di pericolo, abbia poi errato nell’elezione delle modalità di soccorso che pure abbia posto in essere” .

Ultime SENTENZE

Cliente accusa il suo avvocato di essere “un raro esempio di deontologia professionale”, “di aver pensato solo ai soldi”, minacciando di rivolgersi all’Ordine Forense oltre che alla stampa. Lesa l’onorabilità e la dignità del professionista.
Corte di Cassazione, sez. II Penale, sentenza 9 – 18 aprile 2014, n. 17350 Presidente Esposito – Relatore Iannelli Fatto e diritto -1- G.R. , già condannato dal tribunale di Rossano in data...
Disciplina: · Cassazione · Diritto Penale

Violenza sessuale. Le attenuanti generiche possono essere prevalenti sulla recidiva. Incostituzionalità dell'art. 69, quarto comma c.p.
Corte Costituzionale, sentenza 14 – 18 aprile 2014, n. 106 Presidente Silvestri – Redattore Lattanzi Sentenza Nel giudizio di legittimità costituzionale dell’art. 69, quarto comma, del codi...
Disciplina: · Cassazione · Diritto Penale

Ricettazione. Le attenuanti generiche possono essere prevalenti sulla recidiva. Incostituzionalità dell'art. 69, quarto comma c.p.
Corte Costituzionale, sentenza 14 – 18 aprile 2014, n. 105 Presidente Silvestri – Redattore Lattanzi Sentenza Nel giudizio di legittimità costituzionale dell’art. 69, quarto comma, del codi...
Disciplina: · Cassazione · Diritto Penale

Diritto societario internazionale. All'Associazione di professionisti che opera in Italia si applicano le regole della società semplice.
Corte di Cassazione, sez. I Civile, sentenza 14 gennaio – 16 aprile 2014, n. 8871 Presidente Vitrone – Relatore Di Virgilio Svolgimento del processo L'avv. C.F.P. agiva in giudizio nei conf...
Disciplina: · Cassazione · Diritto Civile

Richiedi una Consulenza
Sentenze cassazione online
Il tuo nome:

La tua e-mail:

Disciplina:


Notizie NOTIZIE
I dirigenti hanno diritto a mobilità, cigs e trattamenti di disoccupazione.
Notizia
(Corte di Giustizia UE, Seconda Sezione, sentenza 13 febbraio 2014, causa C-596/14) (*) «Inadempimento di uno Stato – Licen...
C.E.D.U.: come si compila il ricorso.
Notizia
ITA - 2014/1 Formulario di ricorso A proposito del presente formulario: Il presente formulario è un documento giuridico uf...
Pratica forense: i giovani laureati la fanno in Tribunale con i Magistrati.
Notizia
Dando attuazione al d.l. n. 69/2013, «Decreto del Fare», il Ministero della Giustizia offre un’occasione formativa del tutto nu...
Sciopero dei Giudici di Pace dal 25 novembre al 6 dicembre.
Notizia
“Serve un mandato quadriennale a chi è in servizio”. dei Giudici di Pace dal 25 novembre al 6 dicembre.
Cancellieri: si all'amnistia, sarebbe molto utile.
Notizia
L'amnistia sarebbe molto utile» per affrontare il problema del sovraffollamento nelle carceri. «Però, c'é un discorso politico...

Sito progettato e ottimizzato da SEONWEB - Programmed by Alessio Amaro - Tutti i diritti sono riservati - P.IVA: 01480700812