La condotta illecita posta dall’avvocato che è anche membro del consiglio dell’ordine va giudicata con maggiore rigore.